L'armatura del Cangrande al cinema

Domenica 2 settembre alle ore 16:00, presso l’Hotel Excelsior del Lido di Venezia in occasione della Mostra del Cinema sarà presentato il trailer del documentario “Cangrande della Scala Il Principe di Verona” diretto dalla regista veronese Anna Lerario, prodotto dallo studio Video Cinema di Antonio Bulbarelliea e accompagnato dalle musiche di Patty Simon.

Questo progetto audiovisivo ha ricevuto un contributo della Regione del Veneto e uno della Provincia di Verona.
Il risultato dal punto di vista della ricostruzione storica è notevole, infatti alle riprese ha collaborato l’associazione culturale “Scaligeri.com” che ha fornito gli attori, 25 in totale, gli abiti storici, le armature e gli oggetti di scena. La consulenza storica per gli abiti storici e le armature è stata fornita da Fabio Sansoni.

Anche le location scelte per le scene storiche sono straordinarie, grazie all’assessorato alla cultura e identità veneta che ha concesso i permessi per girare le scene nella Sala Rossa del Palazzo della Provincia, che è proprio il palazzo storico di Cangrande; e grazie a “Chiese Vive” e all’Abate di S.Zeno Mons.Ballarini che ci hanno permesso di girare le scene con Dante
Alighieri nel chiostro e nella torre dell’abbazia di S.Zeno. Tutte le location sono quindi siti storici esistenti - e quasi nelle stesse forme - all’epoca di Cangrande.
Sempre nell’ottica della fedeltà storica è stata utilizzata l’armatura di Cangrande che proprio quest’anno è stata prodotta per volere della squadra di calcio Chievo Verona. Luca Campedelli, presidente del Chievo Verona, ha gentilmente prestato questa preziosa e complessa armatura, fatta artigianalmente da Gianfranco de Cao, che arricchisce notevolmente il documentario.

Il modello sul quale è stata costruita l’armatura è proprio l’attore che la regista aveva scelto nel ruolo di Cangrande della Scala: si tratta di Yuri Castorani, anche lui rievocatore storico, oltre che maestro di scherma storica, appartenente all’Ordine delle Lame Scaligere. Infatti sarà proprio il protagonista del documentario ad aprire alcune partite della prossima stagione calcistica del Chievo indossando l’armatura di Cangrande.